margherita.arrighi@gmail.com

La ragazza con l’orecchino di perla, arte occhi grandi by Margherita Arrighi


Sopra la mia interpretazione in versione arte occhi grandi de “La ragazza con l’orecchino di perla”. Il risultato di mesi di lavoro in arte digitale e successivamente in mixed media art. Sotto le fasi di questo lavoro.
Avevo una grande curiosità di percorrere un tratto di strada insieme al grande Jan Vermeer. Volevo capire cosa si prova a dipingere lo sguardo più famoso del nostro millennio.

Dipingendo la mia Pupa Ragazza mi sono resa conto di quanto il quadro originale sia una sorta di miracolo. Nessun essere al mondo è più sensuale ed attraente, nonostante sia a nudo soltanto il suo viso. 

Significato

Spero di aver dato un’impronta nuova, dove immagino smarrimento ma al contempo curiosità. 

Vorrei dedicare ogni centimetro della mia interpretazione  alla voglia di vivere e di esserci, aggiungendo la frase che più mi emoziona in questo periodo:

“QUI ED ORA”

In alto a sinistra un’interpretazione di Jane Perkins – la seconda foto è l’originale – la terza è un’immagine che ho trovato su internet ma non conosco l’autore. Diciamo che mi ha colpito molto lo sguardo soddisfatto dell’orso – la prima in basso a sinistra con il Labrador mi emoziona profondamente – la seconda in basso che rappresenta una donna di colore è intrigante (autore il fotografo Sander Evers) – l’ultima in basso a destra è la mia interpretazione.

Lascia un commento qua sotto con le emozioni che ti suscitano queste interpretazioni.

Iscriviti alla mia mail list in alto a destra, per essere aggiornata sulle mie prossime novità. 

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Margherita Arrighi

Sono una pittrice sognatrice, appassionata della corrente artistica Mixed Media ed influenzata da questa, ho trovato nelle mie opere un equilibrio tra la pittura e l'applicazione di elementi che si trovano nella nostra vita quotidiana.
Raffiguro ciò che mi appartiene, come per esempio i miei due carlini Rugo, Tita che nelle opere vengono rappresentati quasi in modo giocoso, le figure femminili appaiono quasi elementari a chi le osserva, ma forse ad una più approfondita osservazione ci si può accorgere della loro difficile esecuzione.
Esse fuoriescono dalla tela trascinando ciò che mi circonda, le parole , le immagini, la carta , i fregi e tutto quello che inserisco nello sfondo, tutto porta a loro, ai loro occhi dolcissimi, che trasmettono serenità a chi le osserva e che danno alle opere quell' armonia dolce e gentile.
Nelle opere cerco di rappresentare me stessa non in senso figurativo ma racconto con i miei messaggi, i miei progressi e tutto quello che ho imparato nel mio percorso creativo. Racconto tutto quello in cui credo, sono messaggi che in questo modo acquistano forza e divertano ferme come rocce. Chiunque può leggere quello che vi è scritto sopra ed interpretare come vuole il loro significato, con la speranza è che qualcosa che scrivo vada ad innaffiare pensieri positivi di tante persone!
Credo fortemente che a goccia a goccia si può riempire anche il mare!!!!

This Post Has 2 Comments
    1. Davvero? Grazie per avermelo scritto qui in questo commento…!!! Sono felicissima lo sai quando mi commenti qui.. Dai fai una scappata e vieni domenica e lunedì… il mare qua è stupendo in questo periodo… una breve vacanza che fai tu e che io non dimenticherò… hahahahah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *