margherita.arrighi@gmail.com

Le Tre Grazie, interpretazione di Margherita Arrighi

La mia versione delle tre grazie è ancora un progetto, ma spero di trasformarlo presto in un quadro. Voglio dare la mia interpretazione della meravigliosa piccola Pala (17x17cm) di Raffaello Sanzio, dipinta nel 1500, conservato al Museo Condé di Chantilly. Per adesso sto prendendo appunti sui dati storici e le curiosità.

Le prime raffigurazioni delle tre Grazie,  risalgono alla civiltà greca. Purtroppo non ci è giunto molto di quelle opere se non copie romane. In ogni caso tutte le raffigurazioni di età romana (bassorilievi, affreschi, mosaici) riprendono l’iconografia ellenistica nella quale le tre donne, totalmente nude, sono disposte in modo che quella centrale sia vista da dietro e le altre la affiancano con posture simmetriche.

Mi sono ispirata al grande Raffaello Sanzio perché in pochi centimetri è riuscito a dare alle sue Grazie, un misto di antichi simboli, sensualità e bellezza. Il messaggio più bello è quello dei Pomi delle Esperidi che donano ImmortalitàConoscenza.

Conoscenza

Si dice che tagliandolo in due i frutti, vi si trovi un Pentagramma, disegnato dalla disposizione stessa dei semi. Il Pentagramma è proprio il tradizionale simbolo del sapere. Forse ho un indizio del perché Apple abbia utilizzato la mela masticata come icona…! 

Chi sono le Esperidi

Le Esperidi sono figure della mitologia greca, le quali possedevano un meraviglioso giardino ove avevano il compito di custodire il prezioso albero che dava mele d’oro. A differenza delle Grazie, le Esperidi erano vestite e vengono collegate al tramonto ed ad un alone di magico mistero.

Ho scovato queste informazioni su Wikipedia, su Didatticarte e Memoria di sé.  Se hai anche tu informazioni interessanti sul significato delle tre Grazie, ti prego di scriverle qua sotto, te ne sarei molto grata.  🙂

Su queso post aggiungerò presto altre foto ed info sul lavoro svolto riguardante le mie Tre Grazie…! Se vorrai avere aggiornamenti ti prego di iscriverti alla mia Mail List in alto a destra con nome, cognome e mail.

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

margherita.arrighi@gmail.com

Sono una pittrice sognatrice, appassionata della corrente artistica Mixed Media ed influenzata da questa, ho trovato nelle mie opere un equilibrio tra la pittura e l'applicazione di elementi che si trovano nella nostra vita quotidiana.
Raffiguro ciò che mi appartiene, come per esempio i miei due carlini Rugo, Tita che nelle opere vengono rappresentati quasi in modo giocoso, le figure femminili appaiono quasi elementari a chi le osserva, ma forse ad una più approfondita osservazione ci si può accorgere della loro difficile esecuzione.
Esse fuoriescono dalla tela trascinando ciò che mi circonda, le parole , le immagini, la carta , i fregi e tutto quello che inserisco nello sfondo, tutto porta a loro, ai loro occhi dolcissimi, che trasmettono serenità a chi le osserva e che danno alle opere quell' armonia dolce e gentile.
Nelle opere cerco di rappresentare me stessa non in senso figurativo ma racconto con i miei messaggi, i miei progressi e tutto quello che ho imparato nel mio percorso creativo. Racconto tutto quello in cui credo, sono messaggi che in questo modo acquistano forza e divertano ferme come rocce. Chiunque può leggere quello che vi è scritto sopra ed interpretare come vuole il loro significato, con la speranza è che qualcosa che scrivo vada ad innaffiare pensieri positivi di tante persone!
Credo fortemente che a goccia a goccia si può riempire anche il mare!!!!

This Post Has 2 Comments
  1. non vedo l’ora di vederle, sono molto curiosa , saranno bellissime come tutti i tuoi quadri, sapranno esprimere quei sentimenti che dovrebbere in ognuno di ugnuno di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *