margherita.arrighi@gmail.com

Maria Antonietta ed il suo gatto nero, arte occhi grandi by Margherita Arrighi


Quadro di Maria Antonietta bambina con occhi grandi ed il gatto nero che fa capolino dalle spalle. 

SIGNIFICATO DEL QUADRO E TECNICA

Questa Pupetta esprime Dolcezza. Sullo sfondo una striscia di uncinetto fatto a mano e sul suo capo delle rose antiche adornate con perline.  Il suo vestito è fatto di carta da regalo e di stoffa tagliata dalla mia vecchia tenda, in tecnica Mixed Media. Ho voluto scherzare un po’ sul mio sogno di bambina. 

Da piccola in effetti sognavo di potermi vestire come Maria Antonietta, adesso penso al suo vestito come una sorta di lussuosa prigione. Comunque è bello osservare i ricami preziosi sul suo esile corpicino.

 

mariaantoniettaabitodas

Maria Antonietta – Nata a Vienna nel 2 novembre del 1755 e morta a Parigi il 16 ottobre del 1793 – (Ritratto dell’affascinante Elisabeth Louise Vigée Le Brun)

A più di due secoli dalla sua morte, nonostante fu la donna più controversa di Francia, esercita ancora un grande fascino ed anche negli ultimi anni si torna spesso a parlare di lei come fonte d’ispirazione.

Io credo che la Dolcezza

possa cambiare qualunque cosa

La frase è l’unico velo prezioso di tutto il mio quadro e l’ho scritta per cambiare io stessa. Credo che forse nessuno di noi può criticare a cuor leggero Maria Antonietta. Nessuno sa di preciso cosa significhi veramente la parola Dolcezza, lo scopriremo perdonando. 

Forse Dolcezza è l’equivalente di stabilità del pensiero. Forse Dolcezza è mancanza di invidia, Amore per il prossimo e rinuncia vera per fare spazio nel nostro cuore. Forse Dolcezza è parlare con un tono rassicurante. Forse Dolcezza è cercare di evitare di vedere il puntino nero nel foglio bianco e proporre soluzioni invece di criticare (questa è dura per me). Forse Dolcezza è riuscire a sentire la musica soave degli angeli anche quando va tutto storto. Ammetto di aver tappato in molti di questi punti, ma sono una che non molla…

Vai anche a vedere la collana Wood di Design e la Collana con il Cammeo che si apre.

 

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Margherita Arrighi

Sono una pittrice sognatrice, appassionata della corrente artistica Mixed Media ed influenzata da questa, ho trovato nelle mie opere un equilibrio tra la pittura e l'applicazione di elementi che si trovano nella nostra vita quotidiana.
Raffiguro ciò che mi appartiene, come per esempio i miei due carlini Rugo, Tita che nelle opere vengono rappresentati quasi in modo giocoso, le figure femminili appaiono quasi elementari a chi le osserva, ma forse ad una più approfondita osservazione ci si può accorgere della loro difficile esecuzione.
Esse fuoriescono dalla tela trascinando ciò che mi circonda, le parole , le immagini, la carta , i fregi e tutto quello che inserisco nello sfondo, tutto porta a loro, ai loro occhi dolcissimi, che trasmettono serenità a chi le osserva e che danno alle opere quell' armonia dolce e gentile.
Nelle opere cerco di rappresentare me stessa non in senso figurativo ma racconto con i miei messaggi, i miei progressi e tutto quello che ho imparato nel mio percorso creativo. Racconto tutto quello in cui credo, sono messaggi che in questo modo acquistano forza e divertano ferme come rocce. Chiunque può leggere quello che vi è scritto sopra ed interpretare come vuole il loro significato, con la speranza è che qualcosa che scrivo vada ad innaffiare pensieri positivi di tante persone!
Credo fortemente che a goccia a goccia si può riempire anche il mare!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.