margherita.arrighi@gmail.com

Ti spiego come faccio io le foto con il mio manichino Mixed Media

Le belle foto sui social mi incantano da anni ormai. Mi piace andare alla ricerca della luce perfetta per le mie Pupe dagli occhi grandi,  per i gioielli e  per i miei pelosi Rugo e Tita. Fufy è sempre a caccia in giardino purtroppo e quindi non c’è quasi mai.

Qualche amica mi ha già chiesto quale macchina uso ed in che modo modifico e pubblico le immagini. Devo ammettere che queste domande mi hanno sempre colta di sorpresa perché non mi sento un’esperta. Inoltre non ho il tempo per spiegare a tutti ogni particolare, quindi ho pensato di scrivere qui almeno il poco che so sul misterioso mondo della fotografia.

Ti presento la mia compagna di avventure Canon EOS 1100D con l’obiettivo 50mm f 1.4 e accanto l’obiettivo che ho comprato in questi giorni: EF-S 18-135mm f/3.5-5.6 con stabilizzatore (le foto con il manichino ritoccato le ho fatte con questo obiettivo – tutto è a fuoco). Io per tanti anni sono andata avanti con solo il 50 mm e se vuoi spendere poco ed imparare, secondo me è la soluzione migliore.

Per iniziare la mia piccola lezione prendo ad esempio un manichino che ho modificato in tecnica Mixed Media e che ho portato al Concept Store Jolie Make Up della dolcissima Veronica Bini a Follonica in via Roma 115. Come si vede a me piace dare importanza al soggetto e mettere fuori fuoco tutto quello che c’è in secondo piano. Sia in questa foto che in quella con la macchina fotografica ho usato un obiettivo 50mm a 1.4, così le lucine natalizie sul retro si sono ingrandite e l’asfalto si è uniformato. 

Canon 80D e obiettivo 18-135mm in manuale iso 100 f/4.5 – 1/1000 sec

Adesso puoi vedere il manichino finito ripreso di schiena insieme ai miei due tesori Rugo e Tita, ma se avessi usato il 50 mm il secondo piano sarebbe stato più sfocato. Ho caricato la foto su Photoshop ed ho semplicemente ritagliato, aumentato un po’ la luminosità e diminuito la vividezza.  Non amo modificare troppo le immagini (editing) perché si perde un sacco di tempo, cosi cerco subito sullo schermo della macchina la migliore inquadratura e quelle che sono venute storte o sfocate le cestino subito. 😉

Comunque in questi giorni ho acquisito l’App PicTapGo e mi ci trovo benissimo! un validissimo sostituto di Photoshop con tantissimi filtri e soluzioni per realizzare un profilo Instagram uniforme ed affascinante. 😉

In questa foto ti do’ la prova lampante che la mia macchinina leggerissima e versatile 1100D non ha nulla da invidiare all’80D se si parla di foto. Secondo me è tutto un fatto di conoscenza della macchina, di obiettivo e di saper lavorare bene con la luce ed il soggetto in esame. In modalità video purtroppo la mia vecchia e dolce macchina non va assolutamente bene, perché non  si può scegliere l’apertura del diaframma.

alcune foto scattate per praticità con l’obiettivo 18-135mm (Diciamo che non mi emoziona, ma almeno posso fare la foto della totalità del mio studio. Cosa che con il 50 mm non avrei potuto fare. Spero di esserti stata utile e se hai delle domande scrivi pure qua sotto le tue curiosità.

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

margherita.arrighi@gmail.com

Sono una pittrice sognatrice, appassionata della corrente artistica Mixed Media ed influenzata da questa, ho trovato nelle mie opere un equilibrio tra la pittura e l'applicazione di elementi che si trovano nella nostra vita quotidiana.
Raffiguro ciò che mi appartiene, come per esempio i miei due carlini Rugo, Tita che nelle opere vengono rappresentati quasi in modo giocoso, le figure femminili appaiono quasi elementari a chi le osserva, ma forse ad una più approfondita osservazione ci si può accorgere della loro difficile esecuzione.
Esse fuoriescono dalla tela trascinando ciò che mi circonda, le parole , le immagini, la carta , i fregi e tutto quello che inserisco nello sfondo, tutto porta a loro, ai loro occhi dolcissimi, che trasmettono serenità a chi le osserva e che danno alle opere quell' armonia dolce e gentile.
Nelle opere cerco di rappresentare me stessa non in senso figurativo ma racconto con i miei messaggi, i miei progressi e tutto quello che ho imparato nel mio percorso creativo. Racconto tutto quello in cui credo, sono messaggi che in questo modo acquistano forza e divertano ferme come rocce. Chiunque può leggere quello che vi è scritto sopra ed interpretare come vuole il loro significato, con la speranza è che qualcosa che scrivo vada ad innaffiare pensieri positivi di tante persone!
Credo fortemente che a goccia a goccia si può riempire anche il mare!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *