Kids Cards, Opere d'Arte

Maria Antonietta ed il gatto nero

Maria Antonietta bambina ed il gatto nero esprimono dolcezzza tanto quanto la frase a lato. “Io credo che la dolcezza possa cambiare qualunque cosa”.

Il suo vestito è in carta da regalo e stoffa ritagliata dalla mia vecchia tenda. Sullo sfondo una striscia di uncinetto fatto a mano e sul suo capo delle rose antiche rifinite con perline.

EMPATIA

Dolcezza combacia spesso con Empatia, una parola così piccola che può condurre all’immensità. A mio parere empatico è colui che si mette nei panni dell’altro. E’ una caratteristica che si matura nel tempo se si è disposti a comprendere il punto di vista degli altri.
In pratica può essere empatico chi è disposto a fare il vuoto dentro di sè in modo che giudizi ed etichette non intralcino i suoi rapporti interpersonali. Forse è l’unico ponte per arrivare ad una comunicazione profonda. Questa sintonia può essere incrinata quando un problema dell’altro fa risuonare una situazione personale irrisolta. L‘empatia facilita i rapporti umani, allarga gli orizzonti,
agevola una vita sociale fatta di interdipendenza e collaborazione.

FRASI

  • LA DOLCEZZA PUO’ CAMBIARE QUALUNQUE COSA
  • PER ME TU SEI IMPORTANTE
  • LASCIA CHE SIA
  • TU VEDI DENTRO ME
  • TRA NOI NON ESISTONO SEGRETI
  • ACCANTO E’ UN POSTO PER POCHI.
  • EMPATIA E’ SENTIRE FELICITA’ E DOLORE DELL’ALTRO.

ESERCITAZIONE

1) Sai riconoscere le tue emozioni e quelle degli altri?
2) Ogni persona con cui vieni in contatto molto probabilmente sta combattendo una battaglia di cui non sai nulla. Sii dolce e gentile sempre.
3) Osserva le persone e prova ad indovinare il loro stato emotivo. senza giudicare. Fai solo delle domande mirate per approfondire il suo punto di vista, evitando di dare la tua opinione o un consiglio.

mariaantoniettaabitodas

Maria Antonietta – Nata a Vienna nel 2 novembre del 1755 e morta a Parigi il 16 ottobre del 1793

Pubblicato da Margherita Arrighi

Margherita Arrighi
Sono una pittrice sognatrice, appassionata della corrente artistica Mixed Media ed influenzata da questa, ho trovato nelle mie opere un equilibrio tra la pittura e l'applicazione di elementi che si trovano nella nostra vita quotidiana. Raffiguro ciò che mi appartiene, come per esempio i miei due carlini Rugo, Tita che nelle opere vengono rappresentati quasi in modo giocoso, le figure femminili appaiono quasi elementari a chi le osserva, ma forse ad una più approfondita osservazione ci si può accorgere della loro difficile esecuzione. Esse fuoriescono dalla tela trascinando ciò che mi circonda, le parole , le immagini, la carta , i fregi e tutto quello che inserisco nello sfondo, tutto porta a loro, ai loro occhi dolcissimi, che trasmettono serenità a chi le osserva e che danno alle opere quell' armonia dolce e gentile. Nelle opere cerco di rappresentare me stessa non in senso figurativo ma racconto con i miei messaggi, i miei progressi e tutto quello che ho imparato nel mio percorso creativo. Racconto tutto quello in cui credo, sono messaggi che in questo modo acquistano forza e divertano ferme come rocce. Chiunque può leggere quello che vi è scritto sopra ed interpretare come vuole il loro significato, con la speranza è che qualcosa che scrivo vada ad innaffiare pensieri positivi di tante persone! Credo fortemente che a goccia a goccia si può riempire anche il mare!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *